Ravioli de La Tagliolina
17 Set

Paste Ripiene: tra tradizione e innovazione

Cosa c’è di più tradizionale di una pasta ripiena?

Dagli anni ’80 in poi le paste ripiene si sono realizzate, complici i cuochi delle nuove generazioni, con tanta fantasia nella forma e nel colore delle sfoglie, nei ripieni e nei relativi condimenti.

In particolare, i ripieni si sono preparati con ricotta o anche con tanti ingredienti: melanzane, zucchine, pesto, carni diverse. I tortellini rappresentano il primo piatto tipico emiliano che è comunque arrivato su tutto il territorio nazionale. Vengono realizzati con una sfoglia sottile e un ripieno di carni cotte o crude, a seconda della tradizione locale, ma non mancheranno mai la mortadella, il prosciutto crudo e il parmigiano reggiano. Vengono serviti, sempre per tradizione, in un brodo leggero preferibilmente di cappone, eccezionalmente anche asciutti.

Un altro piatto tipico bolognese, che troverete nella nostra serata del 20 settembre, sono i tortelloni “Burro e Oro” una vera chicca che ormai non si trova più o quasi nei ristoranti.

Il ripieno costituito da buona ricotta vaccina o anche di pecora, mescolata con prezzemolo aglio e parmigiano reggiano, viene condita con una passata di pomodoro di ottima qualità che deve sobbollire con il burro piano piano, fino a formare in superficie un colore dorato simile ad una lamina d’oro.

Il terzo piatto di pasta ripiena che rappresenta una pura golosità, sono i ravioli ripieni di salsiccia scelta, miscelata a patate bianche arrostite (una famosa DOP di Montese) coltivate a 800 metri e condite con i porcini raccolti in montagna.

Per finire ci troviamo davanti la stupenda forma dei tortelloni la cui sfoglia è stata impastata con il cacao, ingrediente che di per sé stimola le endorfine del buonumore, con un cuore di gorgonzola che ci dà una sferzata alle papille gustative lievemente ammorbidite dalla granella di amaretti.

Non ci rimane che passare ai dessert, sorbetto all’anguria e Crème Caramel, per completare la serata in totale appagamento dei sensi.